Cacciatori di frontiera


L a civiltà stava spingendo le sue frontiere sempre più lontano nel West. Uomini di una razza speciale, né ufficiali della legge né fuorilegge, ma ancora più temibili per i soldi della ricompensa, rintracciavano i criminali ricercati, vivi o morti. Facevano sia da giudice che da boia in tribunali improvvisati e  senza appello. Erano chiamati " Cacciatori di taglie ".
E Jim Kipp è uno dei più temuti tra quelli che cacciano fuorilegge per denaro. Ha appena incassato 500 dollari di taglia dallo sceriffo, per il cadavere di Roy Burch consegnato dopo una sparatoria che si è rivelata fatale per il malvivente, quando viene contattato da un uomo della Pinkerton. La sua agenzia brancola nel buio dietro a tre rapinatori senza volto che hanno assaltato un treno che trasportava 100 mila dollari da Filadelfia alla banca centrale di Dodge City. Le banconote sono segnate e a quanto sembra nessuna di esse è stata ancora spesa. Si ritiene pertanto che i tre siano in un posto sicuro non molto lontano dal luogo dell'assalto e che uno di loro sia stato ferito ad un ginocchio. Kipp è allettato dalla somma promessagli e dopo un attento esame sulla mappa della zona, decide di recarsi nell'unico paesino provvisto di un medico che possa aver curato il ferito. Proprio dallo studio del dottor R.L. Spencer, la cui figliola Julie sembra in attesa di un marito che non arriva, partono le sue indagini, che in un crescendo di colpi di scena, indurranno i tre a scoprirsi e ad andare incontro al proprio destino. Per Kipp è tempo di metter su famiglia e la bella Julie è felice e ansiosa di condividere la sua futura vita da sceriffo temuto e rispettato del paese.
Western di serie impreziosito dagli ottimi esterni del Red Canyon State Park e dalla regia dell'esperto Andre De Toth, che si avvale dell'icona Randolph Scott in uno dei suoi ruoli più congeniali, a metà strada tra l'uomo di legge e quello pratico e d'azione ai limiti della medesima. Ottimo l'apporto di Ernest Borgnine nei panni di uno zoppo, dai modi rudi, su cui si concentrano i sospetti iniziali ma infondati. Nella norma la presenza femminile in quanto a bellezza ma non priva di sorprese sconcertanti.

The Bounty Hunter
Stati Uniti 1954
Regia: Andre De Toth
Musiche David Buttolph
con
Randolph Scott: James "Jim Kipp" Collins
Dolores Dorn: Julie Spencer
Marie Windsor: Alice Williams
Ernest Borgnine: Bill Rachin
Howard Petrie: sceriffo Brand
Harry Antrim: dottor R.L. Spencer
Robert Keys: George Williams
Dub Taylor: Eli Danvers
Tyler MacDuff: Vance Edwards
Archie Twitchell: Harrison
Paul Picerni: Jud
Phil Chambers: Ed
Mary Lou Holloway: Mrs. Harrison
Guy Teague: O'Hanlon

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Jack Reacher - Punto di non ritorno