Due agenti molto speciali


O mar Sy strizza l'occhio a Eddy Murphy, il piedipiatti di Beverly Hills, in questa commedia francese che lo vede poliziotto della squadra anti-truffa in un distretto periferico parigino alle prese con un caso di corruzione nella dorata Parigi che conta. Quella dove bisogna camminare in punta di piedi al contrario dei suoi metodi spicci che finiranno per procurargli molti guai. Specialmente al suo collega, il Capitano François Monge, della polizia criminale di un distretto che conta e in predicato di diventare Commissario. Il caso, o meglio l'invadenza di Ousmane Diakhité, ha fatto in modo che entrambi seguissero un caso di omicidio che li porterà dritti nel mondo dell'alta finanza, della crisi economica, degli scioperi dei lavoratori e della commistione di interessi e mazzette dei loro sindacati col mondo dell'industria che fingono di combattere in piazza. Il nero della difficile e martoriata periferia  parigina è moralmente più ligio alle regole del suo collega "cittadino", ma per la solita differenza sociale tra bianchi e neri, quest'ultimo può contare su appoggi dall'alto mentre il collega verrà momentaneamente estromesso dalle indagini che possono coinvolgere anche alte sfere della polizia. Ma lavorando insieme, il bianco ha imparato a conoscere meglio gli ideali e la vita del suo collega di colore e non sarà disposto ad accettare compromessi con i suoi superiori, venendo meno alle sue convinzioni e principi che fin qui avevano caratterizzato la sua vita. Così, tendendo una mano al suo collega più sfortunato e col quale aveva avuto non pochi litigi, lo coinvolgerà fino al termine delle indagini e fino al suo pieno reintegro, secondo la regola che in polizia "non si abbandona mai il collega".
Una commedia con un pizzico di azione che vede ancora Omar Sy alle prese con le convenzioni sociali di un'amicizia difficile tra razze diverse e che come in Quasi amici  riesce a superarle brillantemente. E' senz'altro molto bravo, con un futuro davanti e qui è egregiamente spalleggiato da Laurent Lafitte, ottimo nel caratterizzare e marcare le differenze sociali anche nell'ambito di quella polizia che secondo Ousmane avrebbe dovuto essere una grande famiglia.

De l'autre côté du périph
Francia 2012
Regia: David Charhon
Musiche Ludovic Bource
con
Omar Sy: Ousmane Diakhité
Laurent Lafitte: François Monge
Sabrina Ouazani: Yasmine
Lionel Abelanski: Daniel Cardinet
Youssef Hajdi: Giovanni / Nabil
Maxime Motte: Van Gogh
Léo Léothier: Gérard
André Marcon: Chaligny
Zabou Breitman: Commissario Morland

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Jack Reacher - Punto di non ritorno