The Spirit

T ratto dal fumetto omonimo di Will Eisner, il film racconta la storia del poliziotto Denny Colt ucciso in un conflitto a fuoco e "resuscitato" grazie a Octopuss, uno scienziato che ha sperimentato su di lui un siero capace di riportare in vita i morti e renderli in grado di auto rigenerarsi una volta feriti. Anche se colpito mortalmente, The Spirit riesce in breve tempo a rimettersi in sesto e continuare la sua lotta serrata contro il crimine dilagante a Central City. Dal canto suo Octopus, dopo aver sperimentato con successo il suo metodo, se lo è iniettato in corpo, diventando a sua volta l'esatto contrario del suo esperimento, visto che predilige il crimine e la facile ricchezza. Con la fidata segretaria-musa Silken Floss conta di mettere le mani sul favoloso sangue di Ercole, contenuto in un'ampolla che The Spirit dovrà in ogni modo ostacolare. Con quello Octopus diverrà finalmente immortale evitando quindi la noiosa perdita di tempo necessaria a ristabilirsi dopo ogni scontro mortale. Spirit che è un accanito donnaiolo ritrova sulla sua strada la vecchia fidanzatina di un tempo, Sand Saref, che nel frattempo si è dedicata, anima e corpo sinuoso, ad accumulare qualsiasi cosa di prezioso che luccichi e nella sua strenua opera, ha messo le mani su due bauli contenenti l'uno un favoloso mantello di lamine d'oro e tempestato di diamanti, e l'altro la preziosa e ricercatissima reliquia. L'amore riesploso tra i due, consentirà al nostro di eliminare il suo contrario Octopus, facendolo esplodere, ma sarà di breve durata perché le loro strade si divideranno di nuovo. The Spirit ama solo la sua città, l'unica che non tradirà mai e l'unica in grado di fargli sentire quelle emozioni forti che le donne non possono dargli.
C'erano i presupposti per un sequel, visto che un ditino di Octopus è filato indisturbato tra le mani di Silken Floss che fuggendo, contava di ricavarne uno nuovo e tutto intero. Ma il film è stato un flop al botteghino e la cosa è naufragata o forse messa in un cassetto in attesa di tempi migliori. Esordio alla regia per Frank Miller, impegnato anche in una piccola parte, che lo gira con ovvio taglio fumettistico abbinando bianco e nero, seppia e colore di contrasto, ma non riuscendo a dare alla trama quel mordente tale da rendere il film avvincente, nonostante inquadrature e atmosfere piuttosto ben riuscite. Fila via fin troppo banalmente e a dispetto di un cast stellare e della bellezza delle attrici, tra le quali spicca Eva Mendes che riesce a gratificarci di passaggio con un Lato B da urlo.
The Spirit
USA 2008
Regia: Frank Miller
Musiche David Newman
con
Gabriel Macht: Denny Colt, The Spirit
Samuel L. Jackson: Octopus
Eva Mendes: Sand Saref
Scarlett Johansson: Silken Floss
Sarah Paulson: Ellen Dolan
Dan Lauria: Dolan
Jaime King: Lorelei Rox
Richard Portnow: Donnenfeld
Louis Lombardi: Phobos
Eric Balfour: Mahmoud
Dan Gerrity: Detective Sussman
Stana Katic: Agente Morgenstern
Paz Vega: Plaster of Paris
Frank Miller: Liebowitz
Johnny Simmons: The Spirit da giovane
Seychelle Gabriel: Sand Saref da giovane
il gatto Arturo: sé stesso

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Maciste contro i tagliatori di teste

O' Cangaceiro

Gianni & Pinotto - Africa strilla