Ralph Spaccatutto


R alph Spaccatutto è stanco del suo ruolo di cattivone nel vecchio ma ancora apprezzato videogioco che lo vede soccombere all'eroe Felix. Lui Spaccatutto, programmato per distruggere un condominio, alla fine soccombe all'eroe Aggiustatutto, quel Felix che con un martello magico ripara tutti i danni fatti da lui, per poi essere premiato con una medaglia, mentre Ralph subisce la solita sorte di venire gettato di sotto dal tetto. Solo, soletto, quando la sala giochi chiude, se ne torna in una vecchia discarica di mattoni dalla cui sommità può osservare i festeggiamenti che si svolgono nel palazzo a favore di Felix. Per la verità, ognuno ha un suo ruolo, sono stati programmati per questo, come una squadra di colleghi che ogni mattina si ritrova al lavoro, mantenendo rapporti di amicizia. Ma Ralph è stanco di tutto questo e nemmeno la terapia di gruppo per cattivi pixellati alla quale partecipa nel dopo lavoro, sembra non aiutarlo più. Vorrebbe una medaglia e i festeggiamenti dei condomini come avviene ogni giorno per Felix. Per questo si intrufola in un altro videogame, ben diverso dal suo vecchio arcade, un moderno e sofisticato sparatutto - Hero’s Duty - dove se riesci ad eliminare tutti i pericolosissimi Scarafoidi, puoi vincere quella medaglia alla quale tanto aspira. Così si intrufola nel gioco e senza seguirne le regole si impossessa della medaglia del vincitore. Da lì in poi iniziano le sue mirabolanti avventure in giro per le connessioni tra i vari giochi della sala che li ospita e che lo porteranno a perorare la causa della piccola Vanellope Von Schweetz contro il perfido Re Candito che l'aveva spodestata dal gioco caramelloso - Sugar kart - dove da Principessa era stata spodestata  con un hackeraggio diabolico. Ovvero la piccola e combattiva eroina era diventata in gergo elettronico un Glitch, un guasto temporaneo, la cui instabilità avrebbe di certo causato la disaffezione dei giocatori e la rottamazione del gioco. Questo per Ralph alla fine conterà più di una medaglia, dedicandosi alla causa di Vanellope e alla salvezza del suo gioco, aiutato in questo da Felix, il provvidenziale riparatutto e dalla bella Sergente Tamora che armata fino ai denti tenterà di eliminare i pericolosi Scarafoidi ormai insinuati anche in altri videogame.
Trionfa l'amore tra Ralph e Vanellope e tra Felix e Tamara, in uno dei più interessanti e divertenti prodotti della moderna Disney Animation.
Wreck-It Ralph
Stati Uniti, 2012
Regia: Rich Moore
Musiche Henry Jackman
con le voci di:
Massimo Rossi: Ralph Spaccatutto
Daniele Giuliani: Felix Aggiustatutto
Gaia Bolognesi: Vanellope von Schweetz
Angelica Bolognesi: Jubileena Bing Bing
Cristiana Lionello: Sergente Tamora Jean Calhoun
Alessandro Rossi: Generale Hologramma
Fabrizio Vidale: Re Candito e Turbo
Enrico Di Troia: Mr. Litwak
Gemma Donati: Taffyta Muttonfudge
Paolo Macedonio: Markowski
Francesco Sechi: Don
Giò Giò Rapattoni: Deanna
Valeria Perilli: Mary
Francesco Pezzulli: Sonic
Alex Polidori: Rancis Fluggerbutter
Bruno Alessandro: Beard Papa
Gaetano Lizzio: Roy
Giulia Greco: Candlehead
Raffaele Carpentieri: Ken Masters
Paolo Virzì: Aspro Bill
Sergio Parisse: Zangief
Mauro Magliozzi: Kohut
Roberto Stocchi: Ciambellino
Luigi Ferraro: Ciambellano
Alessandro Ballicco: M.Bison e Ryu
Alessandro Budroni: Saitine
Luca Biagini: Clyde
Carlo Cosolo: Sindaco Gene
Mino Caprio: Zombie
Alessandro Messina: Root Beer Tapper

Commenti

  1. Il giudizio per questo film d'animazione è: IMPERDIBILE !!! Soprattutto per chi, come il sottoscritto, ha passato l'infanzia degli anni '80 e l'adolescenza degli anni 90' anche a giocare con questi videogiochi...in particolare Super Mario Bros e Street Fighter che furono senza dubbio i due cavalli di battaglia, rispettivamente, in console ed in sala.

    Il film è concepito meravigliosamente in ogni suo particolare, a partire dalla scelta del personaggio, il grande e buono RALPH, che per "lavoro" fa il cattivo ed antagonista di Felix...

    Tutto inizia dal gruppo di sostegno dei cattivi dei videogiochi, che si tiene nella sala dei fantasmini del Pacman (luogo più consono non poteva esser scelto): è un'idea davvero eccezionale. Assistiamo al cameo di Zangief (penultimo livello di Street Fighter - anno 1987 versione Arcade da sala), Bison (ultimo livello di Street Fighter - anno 1987 versione Arcade da sala), Bowser (Drago antagonista di Super Mario in Super Mario Bros - anno 1985 per il Nes-Jp e anno 1987 per il Nintendo-EU), Kanu (cattivo nel mitico Killer Istinct del 1994 - versione Arcade da sala), Sub-Zero (altro cattivo nel mitico Killer Istinct del 1994 - versione Arcade da sala), lo Zombie (il cattivo di The Ghosts'n Goblins del 1985 - versione Arcade da sala, ricordo che era molto difficile e non so quanti soldi ci ho buttato in sala giochi, all'epoca si giocava con una moneta da 200 lire...che bei ricordi) ed ovviamente il fantasmino di PacMan (videogioco Arcade da sala del 1980 della Midway)...oltre ad altri che non sono riuscito ad identificare...

    ...all'uscita della seduta riabilitativa Ralph si guarda in giro e si ruba una doppia ciliegia con accredito di 100 punti (mitico!)....prende la metro ed arriva nella Central Station, rappresentata dalla presa multipla che collega tutti i videogiochi alla rete elettrica generale...

    ...dopo i primi 15 minuti di film...uno si aspetta davvero il massimo...

    ...il film non delude le aspettative (anche se forse qualcosa poteva essere fatto ancora più in grande, poi ci arriverò) continua con una serie di colpi di scena, fino a raggiungere il "caramelloso" Sugar Rush Speedway, del quale ignoravo l'esistenza. Qui la scena è dominata dal personaggio di Vanelope, che, così come è stato concepito, ha contribuito a rendere il film molto divertente con il suo fare "glitchante" e spumeggiante.

    Il finale poi, inaspettato, rappresenta la famosa "ciliegina" (di PacMan) sulla torta (di Felix).

    Davvero un film d'animazione da non perdere...divertente per piccoli e grandi, con la messa in campo di sentimenti contrastanti di ogni genere: amore, amicizia, odio, invidia, rabbia, se vogliamo personificati nei vari personaggi.

    Unico appunto che mi sento di fare, da ex videogiocatore, avrei tentato un cameo più ricco di titoli famosi, che avrebbero reso, a mio personale avviso, il film, non solo imperdibile, ma spettacolare!!!

    Ricordo con molto piacere anche "Megaman", "Bubble Bobble", "Legend of Zelda", "Double Dragon"...non citati nel film, ma forse ognuno di noi ha i suoi giochi preferiti...e sicuramente per ogni gioco e/o personaggio citato nel film, qualcuno avrà preteso il pagamento di diritti di immagine o similari...

    ...insomma appena potete, guardatevi Ralph Spaccatutto...

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

I Magnifici Sette della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Il maestro di Don Giovanni

Gli ammutinati dell'Atlantico

Gianni & Pinotto - Africa strilla

La Pica sul Pacifico

Lo straniero della valle oscura - The Dark Valley

Zambo, il dominatore della foresta