L'agente speciale Mackintosh


N onostante gli interpreti e la regia, i cui nomi altisonanti sono già di per sé un richiamo al quale è difficile resistere, il film rivaluta senza ombra di dubbio alcuni dei nostri Italian Spy troppo spesso denigrati e retrocessi in serie .. B-Movie senza tanti complimenti. Al di là della ridondanza di attori di fama e bravura conclamata, la storia, oltre ad essere quasi del tutto priva di azione tipica in film del genere, è così debole e assurda che nemmeno qualche colpetto di scena riesce a scuoterla tanto è prevedibile nel suo esito. Rearden, uomo di MacKintosh che comanda i Servizi Segreti di Sua Maestà, e già qui il titolo italiano fa la frittata svelando tutto, finisce in prigione per aver rubato dei diamanti. In realtà è dentro per scoprire chi si cela dietro a un traffico di diamanti spediti per posta e prendere contatti con Slade, una spia nemica lì detenuta. Oltre al suo capo ne è a conoscenza anche la sua segretaria, la signora Smith, tipico nome di chi lavora nell'intelligence. Rearden si fa la bellezza di 15 mesi di carcere in una celletta scomoda per essere liberato da una misteriosa organizzazione esterna, che è solita liberare detenuti facoltosi dietro pagamento di un lauto prezzo pattuito e che dovrà essere saldato una volta fuori. Con lui viene fatto evadere anche Slade, ritenuto assai più prezioso e insieme portati in una località segreta, dove dopo un breve periodo di residenza forzata verranno fatti espatriare. Mackintosh, non si sa bene se per incastrarlo o solo per informarlo, svela i dettagli dell'operazione a  Sir George Wheeler, importante membro del Parlamento e tipo in apparenza patriottico, impegnato contro la corruzione e tutti i nemici dello stato. Ottiene di essere investito da un'auto e finire in coma in un ospedale. Peggio ancora capita a Rearden, scoperto e pestato per rivelare il suo vero nome e lo scopo della missione. Che sia stato tradito da Mackintosh o dalla Smith? Si domanda inquieto, del resto solo loro conoscevano le cose. Fatto sta che si ricorda finalmente di essere un agente speciale e si libera delle guardie scappando per ritrovarsi in un paesino della costa irlandese. Guarda un po' che Mackintosh muore in ospedale e Rearden è a tutti gli effetti un ricercato dalla polizia senza speranza di dimostrare la sua vera identità e di Slade, liberato con lui, si son perse le tracce. Contatta la signora Smith che lo rassicura confidandogli che per sicurezza MacKintosh aveva lasciato una lettera ad un avvocato londinese con i dettagli dell'operazione, da aprirsi in caso di morte. Lo raggiunge con un aereo privato e pur dimostrando la sua lealtà, non riesce a comprendere cosa sia potuto accadere. Tra l'altro lei è la figlia di MacKintosh, rimasta nell'ombra per ragioni di servizio e la cosa la interessa in prima persona. Sa solo che il padre prima di essere investito si era recato in Parlamento. E guarda chi si vede? Sir George Wheeler col suo yacht privato che sta attraccando in quel porticciolo irlandese. Appare subito chiaro il suo coinvolgimento e con ogni probabilità è lì per caricare la preziosa spia nemica. Scoperto che la prossima meta sarà Malta, i due vi si recano per concludere la missione e regolare i conti col traditore. La Smith cade in mano di Wheeler e a Rearden non resta che trattare la sua incolumità con la libertà di Slade e Wheeler. Ognuno per la sua strada deponendo le armi in un accordo tra gentiluomini. Ma quando sembra cosa fatta, ecco che la Smith spara e li uccide entrambi lasciando Rearden sbigottito e incredulo. Poi per salvare la faccia al suo paese, fa in modo che sembri uno scontro a fuoco tra una pericolosa spia ricercata e un noto ed eroico paladino della giustizia. Rearden la guarda mentre cinica e fredda pulisce le armi dalle sue impronte e ringrazi Iddio se non ha ucciso pure lui che voleva lasciarli andare. Scorrono i titoli mentre lei si allontana nella notte e noi ci alziamo dal divano piuttosto delusi.
The Mackintosh man
USA 1973
Regia: John Huston
Musiche Maurice Jarre
con
Paul Newman: Joseph Rearden
Dominique Sanda: Mrs. Smith
James Mason: Sir George Wheeler
Harry Andrews: Harry Mackintosh
Ian Bannen: Slade
Nigel Patrick: Soames-Trevelyan
Michael Hordern: Brown
Peter Vaughan: Brunskill
Roland Culver: Giudice
Noel Purcell: O'Donovan
Wolfe Morris: Commissario Polizia di Malta

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta