Cogan - Killing Them Softly



T olti gli interpreti, alcuni dei quali con le loro facce riempiono lo schermo e qualche dialogo azzeccato e divertente, il resto è di una noia estrema e a poco vale la presenza di uno dei più amati del cinema come Brad Pitt, che presumo avrà rimesso i suoi soldi co-producendo questo film. Lui è un killer prezzolato dai modi particolari, in netto contrasto con quelli di certi suoi colleghi. A lui non piace vedere le lamentele delle sue vittime e le suppliche condite di pianti quanto addirittura di vomito, preferendo eliminarle a loro insaputa in maniera veloce e senza farle soffrire. In un America profondamente prostrata dalla crisi economica, cupa, piovosa e senza speranze, si muove lui, Jackie Cogan, incaricato di scovare ed eliminare un paio di balordi che hanno rapinato una bisca clandestina e con loro il mandante del colpo. In tempo di crisi anche i prezzi dei killer sono soggetti a fluttuazioni e Cogan lo sa bene, accettando tuttavia di portare a termine il suo incarico pur con qualche riluttanza. Riesce nel compito affidatogli dopo un breve periodo di indagini, che lo portano ad interagire con un collega, il corpulento Mickey, che dovrebbe eliminare il mandante dato che lui lo conosce e la sua etica, il suo modo pulito di lavorare, glielo impedirebbe. Ma Mickey si caccia nei guai con delle prostitute a causa dei suoi problemi con l'alcool e Cogan termina il lavoro per lui. Stavolta ha dovuto fare tutto da solo ed ha diritto a un compenso maggiorato. Crisi o non crisi.
Credo sia uno dei peggiori se non il peggiore in assoluto, dei film interpretati da Brad Pitt che se da un lato è sempre un piacere vederlo sul grande schermo, dall'altro paga una storia piatta dove l'intento, peraltro maldestro, è quello di assimilare la società tutta, con l'alta finanza in testa, ai modi di operare della mafia. I bei faccioni "Sopranos" italo-americani del compianto James Gandolfini e di Vincent Curatola con le loro espressioni, sono tra le poche cose buone del film, unitamente a qualche scena splatter girata efficacemente al rallenti.
Killing Them Softly
USA 2012
Regia: Andrew Dominik
con
Brad Pitt: Jackie Cogan
Richard Jenkins: avvocato
James Gandolfini: Mickey
Ray Liotta: Markie Trattman
Scoot McNairy: Frankie
Ben Mendelsohn: Russell
Vincent Curatola: Johnny Amato
Sam Shepard: Dillon
Slaine: Kenny Gill
Linara Washington: prostituta
Garret Dillahunt: Eddie Mattie
Trevor Long: Steve Caprio
Max Casella: Barry Caprio

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Furore