Un'oscura verità


A ndy Garcia, manco a farlo apposta, ce l'ha nel nome la desinenza CIA e qui è Jack Begosian, un ex agente con un passato da dimenticare, che lo tormenta per certe azioni compiute in Sudamerica e delle quali non ne va fiero. Conduce una trasmissione radiofonica che si occupa di argomenti politici, dove vorrebbe far venire a galla la verità di tante scelte fatte in nome dei cittadini e che nascondono invece profitti personali di lobby internazionali. Ha l'occasione per redimersi, quando una degli eredi dell'impero finanziario Swinton, Morgan Swinton, lo assolda per indagare su fatti incresciosi accaduti in Ecuador, dove la sua azienda specializzata nel trattamento acque, la Clearbec, ha causato una violenta epidemia di tifo e messo a tacere la popolazione di un piccolo villaggio grazie all'aiuto del Generale Aguila. Costui a libro paga della multinazionale ha compiuto una strage di inermi cittadini e il solo Francisco Francis, bollato come eco-terrorista, è riuscito a salvarsi sulle montagne con la moglie  e i bambini. Morgan in aperto conflitto col fratello Bruce, che vede nell'inchiesta la concreta possibilità di veder sfumare lucrosi affari, invia Jack in Ecuador, col compito di riportare indietro Francisco e le prove del disastro causato dalla sua azienda oltre al conseguente massacro di innocenti. Jack ha anche l'occasione per sdebitarsi con Francisco, per averlo in una precedente missione catturato e fatto finire in carcere quando era leader del Movimento La Via Campesina che rivendicava terra e acqua per il popolo. Tuttavia il carcere lo ha fatto maturare e abbandonare la via violenta di Mao per abbracciare quella pacifica ma ostinata di Gandhi. per questo è tutto sommato riconoscente a Jack e una volta incontrato nel folto della giungla, decide di seguirlo, fidandosi di lui. Riescono a eludere la caccia dei militari del Generale Aguila, prontamente messo sulle loro tracce da Bruce, che per salvare l'azienda si avvale di una serie di esperti contractors e nel caso Jack riesca a tornare in patria, ha ingaggiato pure Torrance un micidiale cecchino. Jack e Francisco danno una bella sfoltita all'esercito ecuadoregno e riescono a rientrare dove ad accoglierli trovano un comitato di benvenuto armato di tutto punto. Jack sa usare molto bene le armi ma non avrebbe scampo, ormai circondato da tutte le parti, se Torrance dall'alto di un tetto, invece di sparargli, non lo aiutasse ad eliminare tutti gli altri. La missione è compiuta, il caso sale prepotentemente alla ribalta internazionale e se da un lato Morgan, cresciuta con i sani ideali paterni può gioire, dall'altro a suo fratello Bruce non resta che spararsi un colpo alla testa. Jack riappacificato col suo passato può finalmente dedicarsi a tempo pieno alla sua famiglia.
Un film di azione ben girato, con un cast di primo piano sullo sfondo di un argomento di scottante attualità, come quello delle scarse risorse idriche del pianeta e le avide multinazionali del settore che vorrebbero appropriarsene.
A Dark Truth
Stati Uniti 2012
Regia: Damian Lee
con
Andy Garcia: Jack Begosian
Forest Whitaker: Francisco Francis
Kevin Durand: Torrance
Eva Longoria: Mia Francis
Kim Coates: Bruce Swinton
Deborah Kara Unger: Morgan Swinton
Steven Bauer: Tony Green
Al Sapienza: Doug Calder
Devon Bostick: Renaldo
Julio Oscar Mechoso: Julio Mechoso
Lara Daans: Karen Begosian
Peter DaCunha: Jason Begosian
Drew Davis: Jesus Francis
Arcadia Kendal: Brooke Swinton
Alfredo Alvarez Calderon: Generale Aguila

Commenti

  1. Solitamente un film con Andy Garcia non è mai banale e lui è uno dei più bravi attori viventi. Ottima scelta zio

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Jack Reacher - Punto di non ritorno