Il giorno della vendetta


C atherine, la giovane moglie indiana dello sceriffo Matt Morgan è stata aggredita e violentata da due balordi, mentre rientrava col figlio Peter da una visita al villaggio del padre. Il ragazzo approfittando del trambusto e impossibilitato ad aiutare la madre, spinto da lei in lingua indiana a scappare con i cavalli, era balzato in sella e volato a perdifiato dal padre, che immediatamente si era recato sul luogo per constatare la morte della moglie. Dalla sella, finemente rifinita, era risalito a Craig Belden, un ricco allevatore di Gun Hill per il quale aveva lavorato un tempo e con il quale era legato da profonda amicizia. Prende il primo treno del mattino, portando con sé la sella e con la ferma intenzione di portarsi dietro i responsabili del brutale omicidio, prendendo l'ultimo treno delle 9 di sera per ritornare in paese. Uno dei due è con tutta probabilità graffiato sul volto dalle unghie della donna o segnato dalla frusta con la quale la vittima ha cercato disperatamente di difendersi. La festosa accoglienza che Craig riserva al vecchio amico Matt, si spegne dopo il primo bicchierino, quando appresa la ferale notizia, appare chiaro che il responsabile dell'omicidio sia suo figlio Rick, ferito al volto e il suo coetaneo Lee. Craig cerca inutilmente di far desistere lo sceriffo dal suo proposito dicendosi disposto a risarcirlo come meglio crede e cacciando Lee dal suo ranch. In caso contrario lui non permetterà che il suo unico figlio venga arrestato e lo scontro tra loro sarà inevitabile. Matt è tipo risoluto e pieno di dolore da non sentire ragioni e nonostante abbia contro l'intero paese, schierato con i Belden, proprietari delle principali attività e con lo sceriffo locale saldamente in pugno, riesce ad arrestare Rick nel saloon ed eliminare un paio di scagnozzi che tentavano di liberarlo. Poi si barrica nella camera del loro albergo, ammanettando Rick alla spalliera del letto. Graig, avvertito dai suoi, raduna una ventina di uomini e piomba in paese. E' l'inizio di un'estenuante trattativa tra i due, dopo un paio di tentativi inutili dei suoi uomini di colpirlo dai tetti vicini o salendo dalle scale interne. E' giunta l'ora di prendere l'ultimo treno e con una doppietta puntata sul mento di Rick, Matt si fa largo tra la folla in piedi su di un carretto diretto in stazione. Se verrà colpito farà sempre in tempo a far saltare il cervello al ragazzo. Questo Craig lo sa e ordina a tutti di non sparare e mantenere la calma. Cosa che uno scapestrato come Lee, sbronzo e fiero di aver fatto fuori una sporca indiana, non si sogna di eseguire. Così, protetto dall'oscurità, urla al socio in stupri Rick, che sta per liberarlo e apre il fuoco in loro direzione, centrando però in pieno petto Rick, prima di venire ucciso dalla doppietta di Matt. Constatato il decesso, per lui giustizia è fatta e tempo di salire sul treno, ma Craig sopraggiunto, vuole vendicarsi. A nulla valgono i suoi tentativi di placarlo ed è costretto a ucciderlo. Craig il suo vecchio amico muore tra le sue braccia augurandogli di crescere suo figlio meglio del suo Rick.
Ottimi interpreti con interni curatissimi e gli splendidi esterni di Old Tucson in questo intenso western di John Sturges che ne ricorda altri famosi come Quel treno per yuma o Mezzogiorno di fuoco. Io poi ci metterei anche Un dollaro d'onore.
Last Train from Gun Hill
USA 1959
Regia: John Sturges
Musiche Dimitri Tiomkin
con
Kirk Douglas: Matt Morgan
Anthony Quinn: Craig Belden
Carolyn Jones: Linda
Earl Holliman: Rick Belden
Brian Hutton: Lee Smithers
Brad Dexter: Beero
Bing Russell: Skag
Ziva Rodann: Catherine Morgan
Walter Sande: sceriffo Bartlett
Val Avery: Steve il barista

Commenti

I Magnifici Sette della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Il maestro di Don Giovanni

Gli ammutinati dell'Atlantico

Gianni & Pinotto - Africa strilla

La Pica sul Pacifico

Zambo, il dominatore della foresta

Lo straniero della valle oscura - The Dark Valley