Le paludi della morte


S toria angosciante di tante già viste sul lato più oscuro dell'America delle torbide ossessioni e dei delitti a sfondo sessuale. Ritrarre poi questo tipo di società alla deriva nelle insidiose e malsane paludi del Texas, rafforza ancor di più l'idea di un inferno popolato da gente devastata dalla droga, dalla miseria e dalle pulsioni incontrollabili. La legge può ben poco in quella zona ritenuta da sempre maledetta e dove anche gli indiani deportati là, fa notare l'agente Mike, impazzirono e divennero cannibali. Lui è di Texas City e li conosce bene quei posti, ma il suo collega Brian che viene dalla Mela è ostinato a risolvere i molti casi di omicidio che hanno coinvolto giovani donne, prostitute e studentesse, i cui corpi sono stati ritrovati in quella zona. Della partita è anche l'agente Pam, ex moglie di Mike, col quale non ha smesso di litigare e che vede in Brian il collega ideale per condurre le indagini. Costui è animato anche da una notevole umanità frutto della sua grande religiosità che tra altre cose gli impone di recitare sempre una preghiera sul luogo del ritrovamento di un cadavere. Ha tracciato una mappa dettagliata dei vari luoghi e insieme ai colleghi segue diverse piste, ma solo il rapimento della piccola Anne, ragazzina presa sotto la sua protezione, darà una svolta decisiva alla risoluzione di alcuni casi. Brian riesce a liberare Anne e viene gravemente ferito da un paio di individui che si rivelano essere il fratello psicopatico della piccola e un operaio della vicina raffineria, entrambi conviventi con la madre alcolizzata e drogata della bambina. Mike affida la piccola alla moglie Pam in attesa dell'arrivo di un'ambulanza e si reca a casa di Sheryl, madre della bambina, dove assiste ad un violento regolamento di conti tra i tre. La donna appresa la notizia aveva conficcato un coltello nel petto dell'operaio il quale tradito dal ragazzo aveva avuto il tempo di ammazzarlo e sparare anche sulla donna. Mike non può che constatare il decesso di tutti e tre. Alcuni mesi dopo, la piccola Anne viene portata da Mike a casa di Brian, che li accoglie malfermo sulle gambe e ancora convalescente, per avere in affidamento la piccola e garantirle lo stesso futuro dei suoi figli.
Ispirato ad una storia vera è un film piuttosto indigesto da guardare, senza fronzoli e concessioni allo spettacolo, con ottimi interpreti ma a serio rischio depressione per le brutte vicende trattate.
Texas Killing Fields
Stati Uniti 2011
Regia: Ami Canaan Mann
con
Sam Worthington: Mike Souder
Jeffrey Dean Morgan: Brian Heigh
Jessica Chastain: Pam Stall
Chloe Grace Moretz: Little Anne Sliger
Sheryl Lee: Lucie Sliger
Stephen Graham: Rhino
Jason Clarke: Rule
Annabeth Gish: Gwen Heigh

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Maciste contro i tagliatori di teste

O' Cangaceiro

Gianni & Pinotto - Africa strilla