L'uomo di Laramie


S traordinario e ultimo dei cinque film che Anthony Mann ha girato con James Stewart protagonista. Lui, Will Lockhart, un ex capitano dell'esercito è alla ricerca di chi gli ha ucciso il fratello vendendo armi agli indiani. Trasporta mercanzie con dei carri aiutato dal fido O'Leary e alcuni uomini e al tempo stesso indaga strada facendo cercando di arrivare ai colpevoli del traffico d'armi illecito. A Coronado, dopo aver consegnato della merce nel negozio della giovane Barbara Waggoman, incontra delle serie difficoltà quando viene affrontato e malmenato da Dave Waggoman, per aver caricato del sale dalle sue proprietà e che invece Barbara, cugina di Dave gli aveva assicurato fosse pubblico. Costui gli ha anche bruciato i carri intimandogli di andarsene ma Will è tipo tosto e ottiene il rimborso completo dei danni dal padre di Dave, il signor Alec. Costui è un latifondista, spalleggiato come aiutante da un pistolero mandriano, Vic Hansbro che dovrebbe anche proteggergli il figlio oltre che farlo rigare dritto essendo una testa calda. Anche il vecchio vorrebbe che lasciasse il posto o che al limite si mettesse a lavorare per lui visto il suo coraggio e determinazione. E pure la corpulenta signora Kate Canady, unica rivale dei Waggoman rimasta nonostante i continui scontri con loro e volti a farle cedere la terra, vorrebbe il coraggioso spilungone come ranchero al suo fianco. Ma Will non ha mai fatto quel lavoro e ad ogni modo non ci pensa proprio a lasciare quel posto dove con tutta probabilità può avvenire il traffico di armi con gli indiani. La sua tenacia, nonostante i tanti guai che si attira, è premiata grazie anche alle indagini del vecchio O'Leary che è rimasto nei paraggi ed essendo mezzo indiano e mezzo irlandese può girare abbastanza sicuro nei loro territori. Così seguendo le tracce di un carro ai piedi di un'altura,  scopre nel figlio dei Waggoman e nel loro luogotenente  Vic Hansbro gli autori materiali di tale crimine. Vic aveva tentato di dissuadere il giovane scapestrato dal vendere quell'ultima partita che avrebbe potuto scatenare una guerra in tutta la zona, ma aveva avuto come risposta la violenta reazione del giovane ed era stato costretto ad ucciderlo. Riportato cadavere al ranch aveva fatto credere al padre distrutto che il responsabile era Lockhart. Tuttavia il vecchio dopo un primo tentativo infruttuoso di farsi vendetta personalmente e disarmato da Will che gli giura di non essere il responsabile, vuol vederci chiaro circa ammanchi nelle sue entrate e tali da far pensare che proprio il figlio possa aver acquistato a sua insaputa le armi per gli indiani. Cosa questa che se appurata ne farà ai suoi occhi un estraneo da non piangere più ma dimenticare. Ostinato si fa accompagnare da Vic nell'unico luogo montuoso dove un carro di armi possa essere stato nascosto e l'uomo vistosi scoperto lo scaraventa giù per un dirupo e credendolo morto se ne va. Ma Will lo ritrova e lo conduce ferito al ranch della signora Canady che pur essendo in rotta con lui da tempo non esita a prestargli tutte le cure necessarie. Un tempo erano fidanzati ma lui si invaghì di una ballerina di passaggio dalla quale ebbe quel figlio che ora non avrebbe mai voluto far nascere. Vic cerca di eliminarlo ancora una volta per paura di essere denunciato, ma Will glielo impedisce e lo insegue fin sulla montagna dove il fuggitivo con segnali di fumo cercava di avvertire gli indiani per consegnargli le armi e farsi difendere dallo strenuo inseguitore. Will lo raggiunge e lo disarma costringendolo poi a far precipitare il pericoloso carico nel baratro per distruggerlo. Cosa che non piace molto agli indiani che lo raggiungono ed uccidono. Will non può far altro che assistere impotente alla sua fine. Può finalmente lasciare il paese e alla sconsolata Barbara, che vuol andarsene da quel posto, dire che se dovesse passare per Laramie può chiedere a chiunque dove trovare il Capitano Lockhart. In uno splendido tramonto del Nuovo Messico, una figura scura a cavallo si allontana lentamente scandendo secondi bellissimi che ci sembrano un'eternità. Quella delle cose belle che non vorresti finissero mai.

The Man from Laramie
USA 1956
Regia: Anthony Mann
con
James Stewart: Will Lockhart
Arthur Kennedy: Vic Hansbro
Donald Crisp: Alec Waggoman
Cathy O'Donnell: Barbara Waggoman
Alex Nicol: Dave Waggoman
Aline MacMahon: Kate Canady
Wallace Ford: Charley O'Leary
Jack Elam: Chris Boldt
John War Eagle: Frank Darrah
James Millican: Tom Quigby
Gregg Barton: Fritz
Boyd Stockman: Spud Oxton
Frank DeKova: Padre francescano

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Furore