I tre della Croce del Sud

Un classico della commedia americana con la coppia di "mostri sacri" John Ford dietro alla telecamera e anche produttore e l'inseparabile John Wayne suo interprete preferito. Di contorno la robusta collaborazione di Lee Marvin e della splendida bisbetica da domare Elizabeth Allen. Per il trionfo dei buoni sentimenti in un paradiso naturale ci vuole poco e se ogni tanto ci scappa una scazzottata per motivi ignari a tutti tra Donovan e Gilhooley, forse per il fatto che compiono gli anni nello stesso giorno, poco importa, anzi è motivo di divertimento per tutti gli indigeni dato che poi finisce sempre in colossale sbronza. E nemmeno l'arrivo sulla splendida isoletta polinesiana della ricca e scorbutica Amelia Dedham alla ricerca del padre mai visto e che ha ereditato una quota consistente della Compagnia di Navigazione di famiglia, turba più di tanto l'armonia del posto e anzi, oltre al padre troverà nell'isola anche l'amore di un uomo che saprà domarla a sculacciate e farle perdere quell'aria di ragazza ricca e viziata con la quale era sbarcata. Per la verità era caduta, dalla battagliola dove si era sporta per salire in canoa, direttamente in mare suscitando l'ilarità generale dei nativi e del suo accompagnatore, Donovan appunto, che si era tirato dietro tutti i suoi improperi. Poi bisognava preparare la donzella casta e pura al fatto che il padre, unico medico di quel gruppo di isole, aveva negli anni formato un'altra famiglia con una importante donna locale che gli aveva sfornato due figlie e poi era morta di parto dando alla luce un maschietto. La guerra contro i giapponesi li aveva bloccati su quell'isola sperduta per il siluramento della loro nave ed erano sopravvissuti in tre grazie all'aiuto dei locali e da allora non se l'erano più sentita di tornare in patria a guerra conclusa. Non sarà difficile per la donna comprendere le ragioni del padre e, con l'amore trovato nel burbero Donovan, anche lasciarsi alle spalle la sua vita agiata in America per iniziare una nuova esistenza con i suoi cari, tra i quali i nuovi fratellini, nel paradiso terrestre della Polinesia Francese. Momenti di grande divertimento e di respiro nei grandi ideali di fratellanza e di dedizione al prossimo in difficoltà. Ovviamente non mancano le scazzottate col Duca e sempre a fin di bene, come quando riceve nel suo locale una delegazione della Marina Australiana che il suo strambo socio Gilhooley apostrofa col nome di "inglesi" scatenando la loro violenta e risentita reazione che naturalmente si infrangerà nei pesanti pugni del Duca sempre pronto poi ad offrire da bere a tutti.
Le acque limacciose denunciano le Hawaii e precisamente l'isola di Kahua'i come location dove il film è stato girato in luogo della proclamata Polinesia Francese. E' l'unico neo del film se vogliamo guardare il pelo ...
Donovan's Reef
USA 1963

Regia: John Ford
con
John Wayne: Michael Donovan
Elizabeth Allen: Amelia Dedham
Lee Marvin: Thomas Gilhooley
Jack Warden: Dr. William Dedham
Cesar Romero: Marchese Andre de Lage
Jon Fong: Mister Eu
Dorothy Lamour: Miss Lafleur
Jacqueline Malouf: Lelani Dedham
Cherylene Lee: Sally Dedham
Jeffrey Byron: Luke Dedham
Marcel Dalio: Padre Cluzeot
Frank Baker: Martin
Patrick Wayne: ufficiale di marina

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta