I cavalieri dalle lunghe ombre

Il regista Walter Hill ha la bella pensata di girare l'ennesimo film sulla banda di Jesse James usando come interpreti coppie di attori fratelli e il terzetto Carradine per la quota Younger della banda. Al di là di questa trovata, che in qualche modo contribuisce a rafforzare il legame familiare insito nella storia con gente che lo è nella vita, il regista introduce un sapiente uso del rallenty nelle scene cruciali di azione, associato ad uno straordinario effetto audio anch'esso dilatato, come il sibilo di una pallottola che impiega molto tempo, ronzando nella testa dello spettatore, per piantarsi in una parte del corpo provocando spasmi e sbuffi di sangue a rendere estremamente efficace la crudezza della sparatoria. A Guerra di Secessione finita, la più famosa banda di fuorilegge del west, continua una sua lotta personale contro l'Unione depredandone diligenze, treni e banche, in un territorio, quello del Missouri che li vede agire quasi indisturbati e nel pieno appoggio della popolazione locale. Molti infatti sono legati da parentela diretta mentre altri li vedono come eroi nelle loro scorrerie al punto da voler far parte ed aggregarsi alla banda. Ma le autorità non stanno più a guardare e investono denari ed uomini per debellare il fenomeno. Taglie a chi porterà informazioni sui componenti e i loro movimenti e uomini che iniziano a setacciare casa per casa combinando parecchie irregolarità e soprusi che portano a inevitabili ritorsioni degli uomini della banda in cerca di vendetta. Ma i loro giorni sono contati e l' Agenzia Pinkerton è riuscita a piazzare l'imboscata decisiva che vede i soli fratelli James scampare. Di Jesse se ne occuperanno due ladruncoli assoldati dai federali e pronti a tradirlo sparandogli alle spalle, mentre Frank, il più grande, si costituirà ottenendo in cambio di seppellire il più famoso fratello con tutti gli onori. Al passaggio del suo feretro tanti furono i cappelli tolti dai contadini in segno di rispetto verso il loro eroe la cui leggenda vive ancora. Stupende le musiche e ballate antiche rivisitate dalla magica chitarra di Ry Cooder.
The Long Riders
Stati Uniti 1980
Regia: Walter Hill
Musiche: Ry Cooder
con
James Keach: Jesse James
Stacy Keach: Frank James
David Carradine: Cole Younger
Robert Carradine: Bob Younger
Keith Carradine: Jim Younger
Dennis Quaid: Ed Miller
Randy Quaid: Clell Miller
Christopher Guest: Charley Ford
Nicholas Guest: Robert Ford
Pamela Reed: Belle Starr
James Remar: Sam Starr

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta