O tutto o niente

Il pistolero Johnny, con una taglia sulla testa di 2000 dollari viene contattato da un individuo che preferisce celarsi dietro al nome di Solitario ma che asserisce essere in realtà un agente della Pinkerton affinché lo aiuti a recuperare un carico d'oro rubato dal bandito Buseba. In cambio oltre ad una percentuale sul recuperato si vedrà condonati i crimini che riguardano omicidi, ma in duello regolare a dir suo. E' solito invitare le sue vittime a farsi il segno della croce prima di essere ammazzate e per questo è soprannominato Amen. Con l'appoggio del Solitario, in finte vesti di giocatore di carte, si sistema nel villaggio di Camposanto, dove il bandito Buseba, autore del colpo, e la sua banda, tengono in pugno il paese con uno sceriffo fantoccio e in attesa di passare il confine col Messico dopo che le acque si saranno calmate. Ad agitarle ci pensa subito Johnny che in vari scontri assottiglia la banda e nelle situazioni più delicate viene tratto in salvo da un misterioso individuo da tutti chiamato il Fantasma. Costui, in un finale a sorpresa si manifesta giusto in tempo per togliere dall'ennesimo impaccio il nostro Johnny che, eliminata la banda e per ultimo Buseba, si era trovato di fronte al tradimento del Solitario, sedicente uomo di legge che altri non era che un abile e astuto delinquente in grado di sfruttare la pistola di Johnny per accaparrarsi tutto l'oro.
Il Fantasma è il vecchio e abile pistolero Dean Light del quale si erano perse le tracce da tempo e che viveva nel paese nei panni dello straccione Puzza, oggetto continuo di scherno e umiliazioni da parte degli uomini di Buseba. Così aveva potuto aspettare il momento opportuno senza destare il minimo sospetto e Johnny che più volte lo aveva difeso dalle angherie di quei prepotenti sale con lui sul carro che contiene l'oro. Caramba che sorpresa! avrebbe detto anni più  tardi Raffaella Carrà.
Buona prova del torinese Giorgio Ardisson e di Paolo Carlini bravissimo attore teatrale e magistrale quella della "guest star" Akim Tamiroff nella duplice veste di straccione e vecchio pistolero. Primi passi nel cinema per la bella Lorenza Guerrieri.

O tutto o niente
Italia 1968


Regia: Guido Zurli

con
George Ardisson: Johnny "Amen"
Akim Tamiroff: "Puzza" - Dean Light
Isarco Ravaioli: Solitario
Lorenza Guerrieri: Muriel
Paolo Carlini: Buseba
Calisto Calisti: scagnozzo
Fred Coplan: Brody
Giovanni Scratuglia: scagnozzo
Mara Krupp: Millie

Commenti

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

I Magnifici Sette della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Il maestro di Don Giovanni

Gli ammutinati dell'Atlantico

Zambo, il dominatore della foresta

La Pica sul Pacifico

Lo straniero della valle oscura - The Dark Valley

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)