Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare

Stavolta Jack deve vedersela col famigerato Edward Teach tristemente noto col nome di Barbanera, colui che governa la sua nave maledetta, la Queen Anne's Revenge, con una spadona magica che gonfia le vele e muove il sartiame come fosse composto da tanti serpenti animati e in grado di avviluppare anche gli sfortunati membri dell'equipaggio che osano ribellarsi al suo dispotico potere. In questo fermo e triste governo è aiutato dalla bella figlia Angelica e da un quartier mastro e un possente negrone entrambi "zombificati" e apparentemente invulnerabili. La missione è quella di ritrovare la mitica Fonte della Giovinezza che il "conquistador" spagnolo, Ponce de Leòn sembra aver trovato un paio di secoli prima e Sparrow conosce la via avendo rinvenuto una mappa dettagliata del luogo. Inoltre egli ha insidiato a suo tempo la bella Angelica e tra i due è in atto uno strano rapporto di odio-amore che durerà per tutto il viaggio e come al solito, dopo 10 minuti di titoli di coda, darà adito ad un più che certo seguito. Del resto la serie va a "gonfie vele", è proprio il caso di dirlo, e Jack Depp ha così ben caratterizzato il suo personaggio che se ne prevede una lunghissima vita. Uno degli "zombi", il quartier mastro ha predetto la morte di Barbanera e quest'ultimo non ha molto tempo per arrivare alla fonte. Ma anche il redivivo Barbossa, eterno rivale-amico di Jack, ora corsaro al servizio di Sua Maestà Britannica è in rotta per la fonte che sarebbe di sicuro giovamento al suo vecchio e consunto Re Giorgio The Second. E gli spagnoli dove li mettiamo? Anche loro, cattolicissimi, sono della partita per distruggere quel luogo pagano giacché solo Dio Padre Onnipotente può dare la Vita Eterna. E così si arriva sul luogo e si rinviene anche la nave fatiscente con a bordo il mummificato De Leòn, segno evidente che non è riuscito a bere in tempo. Infatti per ottenere gli effetti desiderati occorrono due calici particolari e una lacrima di Sirena, ma attenzione, solo chi berrà il calice contenente la lacrima oltre all'acqua potrà beneficiare di tutti gli anni vissuti e da vivere di quello che avrà bevuto solo l'acqua. A questo punto manca solo la lacrima della sirena e così la si pesca come si pescano i polipi o le seppie, di notte illuminando il mare per attirarli in superficie e pigliarli con le reti. La pesca ha successo anche se le sirene oltre che bellissime sono divoratrici di uomini e si arriva allo scontro finale tutti contro tutti. Gli spagnoli distruggono la fonte ma Jack fa in tempo a recuperare l'acqua necessaria per salvare la bella Angelica al posto del crudele padre, entrambi feriti dalla spada avvelenata di Barbossa. Quest'ultimo vendicatosi di Barbanera gli prende spada magica, nave ed equipaggio mandando a quel paese il Re e tornando il pirata che tutti conosciamo. Jack abbandona la sua bella Angelica, guarita e rompiballe più del solito, in un'isola deserta dove troverà di sicuro un passaggio sui tanti velieri in transito. E col suo secondo di tante avventure, il nostromo Gibbs, si prepara a recuperare da una bottiglia rubata con altre a Barbanera, la sua mitica Perla Nera. La sua nave magicamente rimpicciolita e chiusa in una bottiglia con un sortilegio. All'interno aspetta con ansia anche la pestifera scimmietta di Jack. Deciso cambio di vita invece per il bel prete, al seguito di Barbanera, con lo scopo di salvargli l'anima e che pietà e compassione gli varranno l'amore di Serena, la splendida sirena della lacrima, che lo porterà con sé per sempre nelle profondità del mare. Anche questo è amore.



Pirates of the Caribbean
On Stranger Tides

Flag 2011



Regia: Rob Marshall

con
Johnny Depp: Jack Sparrow
Penelope Cruz: Angelica Teach
Ian McShane: Edward Teach "Barbanera"
Geoffrey Rush: Hector Barbossa
Kevin McNally: Joshamee Gibbs
Sam Claflin: Philip Swift
Astrid Bergès-Frisbey: Serena (una Sirena)
Gemma Ward: Tamara la Sirena Regina
Stephen Graham: Scrum
Richard Griffiths: Re Giorgio II
Greg Ellis: Theodore Groves
Keith Richards: Teague Sparrow
Oscar Jaenada: Capitano spagnolo

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Il grande colpo di Surcouf