Metti una sera a cena


Fondamentale nella personale classifica dei "guilty pleasures": letteralmente grondante dei vezzi d'epoca, dalla tematica erotico-borghese con intellettualismo salottiero ai dialoghi (scritti anche da Dario Argento!) talora terrificanti, all'immancabile (e inguardabile) Capolicchio nel solito ruolo del giovane tormentato-contestatore del Sistema-scopereccio. Ma appunto per tutte queste ragioni imprescindibile per gli adepti del culto tributato a quella stagione del cinema italiano - anzi, in generale a quegli anni là. Il tutto poi servito in confezione lussuosa e - per favore, sia messo agli atti - con la più bella colonna sonora non western di Morricone. 
Bolkan da deliquio, vestita o meno. Regge benissimo anche a visioni successive. Urge dvd!




Metti una sera a cena
Italia 1969

Regia: Giuseppe Patroni Griffi
Musiche: Ennio Morricone

con
Florinda Bolkan: Nina
Tony Musante: Max
Jean-Louis Trintignant: Michele
Annie Girardot: Giovanna
Lino Capolicchio: Ric
e
Adriana Asti
Silvia Monti
Mariano Rigillo
Nora Ricci
guest post
by Cuccureddu

Commenti

  1. Ma ....patroni griffi il neosottosegretario?!?

    RispondiElimina
  2. Ma ....patroni griffi il neosottosegretario?!?

    ---------

    si è lui e come vice c'è Pasquale squittieri

    RispondiElimina
  3. spruzzate qua e là di ottimo cuccureddu ;-))

    RispondiElimina
  4. un anno fa' moriva Mario Monicelli.

    Un doveroso ricordo dal blog di cinemaestri

    Ciao Mario. "Antani...."

    RispondiElimina
  5. tutti in piedi ..
    un applauso

    ciao Mario

    RispondiElimina
  6. è stato dedicato un post il giorno della sua morte ... manca eccome al cinema ...

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Furore