Il corpo


Non appena la titolare del corpo de quo appare per la prima volta si capisce come andrà a finire questo quasi-remake di Ossessione. Rispetto ai rischi latenti nel filone ero-esotico le battute esistenziali sono poche e asciutte, il gigionismo di Salerno entro i limiti del patto di stabilità, e Manzella (doppiato da Massimo Turci) meno lesso del solito. Quanto a Zeudi Araya, per essere, era. Un po' sgangherato il montaggio della trombata sulla spiaggia, con la sabbia che a ogni stacco va e viene dagli occhi della Zeudona.


Il corpo
Italia 1974


Regia: Luigi Scattini
Musiche di: Piero Umiliani
Con:   
Zeudi Araya: Princesse
Carroll Baker: Madeliene
Enrico Maria Salerno: Antoine
Leonard Mann: Alan
guest post
by Cuccureddu

Commenti

  1. una mini recensione geniale .. con 4 righe il "nostro" inquadra perfettamente il film che evoca un passato di sano erotismo al cinema ancorché pervaso da soventi passaggi a vuoto pur sempre testimonianza di un epoca dove qualche idea c'era ..
    il "nostro" e in quel nostro metteteci accanto di tutto quanto più positivo possibile, con le sue incursioni nel mondo del calcio e
    gradita scoperta, anche in quello del cinema, con la sua arguzia simpatia e sagacia sta da tempo raccogliendo consensi sotto forma di centinaia di pollici versi e +1 e "mi piace" da una schiera sempre più numerosa di fans che ne apprezzano quotidianamente le doti ...
    anche lui per me è pronto per il grande salto nei salotti televisivi di ogni dove e quando ..
    gli Angelini e i Zampini sono avvisati (per tacere dei DeBonis)

    ;-))
    grazie Cuccu

    RispondiElimina
  2. http://minkionando.blogspot.com/2011/09/il-cimitero-di-praga-di-u-eco.html

    RispondiElimina
  3. Ma che razza di film guardate?
    Un film decente, impegnato, serio tipo quelli di Heneke, è possibile avercelo ogni tanto? :D

    Cuccu ma chi te lo fà fare? :DD

    RispondiElimina
  4. Nice, ti sei meritato la mia recensione a W la foca

    RispondiElimina
  5. ...cerchiamo di fare i seri per favore...

    ..è una gran bella gnoccolona!!!

    :-)

    RispondiElimina
  6. Cuccu, poi lo zio lo abitui troppo bene...lui dedito agli Western selvaggi, trovarsi così di colpo alle prese con i soft-erotic-games degli anni '70...in riva al conero...

    p.s. w la foca il film, vero?

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

I Magnifici Sette della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Il maestro di Don Giovanni

Gli ammutinati dell'Atlantico

Zambo, il dominatore della foresta

La Pica sul Pacifico

Lo straniero della valle oscura - The Dark Valley

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)