Carambola, filotto... tutti in buca

per sotterrare definitivamente il genere western-spaghetti che aveva avuto un rigurgito di successo con il duo Hill-Spencer al quale questi cloni han fatto la rima senz'altro no baciata. Questo è uno degli ultimi titoli apparsi a metà anni settanta e che probabilmente mette la parola fine al duo di simpatici imitatori e a un genere che andrebbe invece rivitalizzato. Si cerca la gag comica in maniera scontata per non apparire addirittura maldestra e quindi rientrare di diritto nel nostro blog che annovera oltre agli estri e i maestri anche i maldestri, pur sempre questi ultimi degni di citazione. Il cinema non è questo ma è anche questo e di peggio come in tutte le cose ce n'è sempre parecchio in giro. In questo film fa la sua apparizione perfino un sidecar con mitragliatrice incorporata al calessino che mentre viene collaudata dall'esercito i due "vagabondi del west" provvedono a rubare e senza benzinai in giro riescono a seminare la cavalleria posta prontamente al loro inseguimento. Si fermano, andando a fracassarsi, in un villaggio dove tra torte e uova in faccia, degne delle migliori comiche, finiranno in galera e costretti a ripagare i danni dovranno lavorare per un cassamortaro e una bella pasticciera che si è invaghita di Len, quello che somiglia a Bud Spencer, per intenderci. La moto fa gola anche a Ward e il Supremo, due capi di bande scalcinate, e alle quali i nostri tentano di vendere separatamente la motoretta. Le scazzottate ne conseguono a bizzeffe fino all'intervento dell'esercito che riprende la moto e arresta Coby, il clone di Terence Hill, sempre per capirci. Con una astuta mossa, Len si traveste da generale e libera il compare col quale fugge in moto di nuovo .. on the road again .. e sempre senza l'ombra di una pompa di benzina in giro. Sulle loro piste si lancia la cavalleria, i 2 infuriati capi banda, lo sceriffo e alcuni carri di paesani tra i quali la bella pasticciera. La corsa della moto. con una tinozza al posto del calessino, frutto del parapiglia creatosi nella fuga, finisce in un precipizio e nel fiume sottostante i nostri galleggiano tranquillamente sulla "mastella" a mo' di barchetta e quando pensano di avercela fatta … arrivano le cascate .. a portarceli via per sempre. Amen e anche questa è fatta. Il Gobbo sarà contento ancora, ma anche no e il Carca forse e tutti gli altri ai graditissimi commenti.



Carambola, filotto... tutti in buca - Italia - 1975
Regia: Ferdinando Baldi
con
Paul Smith: Len
Michael Coby (Antonio Cantafora): Coby 
Glauco Onorato: il supremo
Gabriella Andreini: miss Peabody 
Remo Capitani: Ward
Pino Ferrara: sceriffo
Piero Lulli: Colonnello
Enzo Monteduro: Jones
Benjamin Lev: vice sceriffo

Commenti

  1. Lasciate riposare in pace i morti ... è cosa buona e giusta ... e cristiana ;-)

    Western all'Amatriciana RIP

    RispondiElimina
  2. Che periodo storico fantastico che sono stati quegli anni!!
    Guardate quanti film di questa serie sono stati prodotti e che successo ancora riscuotono negli anni.

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

I Magnifici Sette della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Il maestro di Don Giovanni

Gli ammutinati dell'Atlantico

Gianni & Pinotto - Africa strilla

La Pica sul Pacifico

Lo straniero della valle oscura - The Dark Valley

Zambo, il dominatore della foresta