Cine Branca

Gustosa clip, il Carca direbbe meravigliosa, tra due grandissimi attori italiani (di quelli che non ci sono più) in un film che ha fatto epoca e tracciato un solco a tanti altri cloni che seguirono. Il film è L' Armata Brancaleone di Mario Monicelli del 1966 che è stato campione di incassi e che è sempre bello rivedere ogni volta che lo passano in TV. Non voglio soffermarmi sul film in sé, di sicuro ai molti arcinoto, quanto sulle battute che oltre a far sorridere ogni volta sono vere e proprie "frasi celebri" passate alla storia. Per questo mi riprometto di tornare di volta in volta su qualche "curioso" particolare per tenere vivo il ricordo di questo straordinario film e del suo intramontabile interprete… per non parlare del suo Aquilante malo caballo alias Aquilante della malasorte Nerd
incontro con Teofilatto (Gian Maria Volontè)
T: cedete lo passo!
B: cedete lo passo tu!
T: no .. è a te cedere io son cavaliere
B: et io che sono?? le hai viste le schiere mie o non hai occhi?
T: ne ho almeno quanto tu hai la lingua ..
B: allora è lo cervello che ti ammanca ..
T: mah! forse! .. ma non lo core .. a piedi o a caballo?
B: no, no caballo no .. a piedi .. lo nome mio est Brancaleone da Norcia
T: io sono Teofilatto dei Leonzi, famiglia bizantina discendente da Nicefalo I, ti vedo .. e ti piango

Commenti

  1. questa poi, ricordavo "Ronzinante"
    di Don Chisciotte ma m'ero dimenticata di Aquilante :D

    RispondiElimina
  2. E' veramente divertente..."senza calzari...senza denari...senza la brocca...senza la gnocca...con il profeta...verso la meta......ahhhhh.....ahhhhh.....ahh...ahh....va de retro satan(a)...va de retro satan(a)..."

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Maciste contro i tagliatori di teste

O' Cangaceiro

Gianni & Pinotto - Africa strilla